Where are you FROM? Insieme contro il razzismo!

Lunaria continua con le sue azioni contro il razzismo. Scopri il progetto Erasmus+ FR.O.M. su antirazzismo e libertà di movimento. 

Il progetto

FR.O.M. NFE Tools to Raise Awareness on Anti-Racism and Freedom of Movement è un progetto multi-azione promosso dal programma Erasmus+ focalizzato sulla libertà di movimento, diritti umani e anti-razzimo. Obiettivo del progetto è quello di sensibilizzare giovani europei e operatori giovanili sulla promozione della libertà di movimento, diritto inalienabile di tutti gli esseri umani. Saranno sviluppati strumenti e metodologie di lavoro per migliorare le azioni di sensibilizzazione e promuovere approcci anti-razzisti in tutta Europa. Il progetto si compone di quattro sotto azioni: un corso di formazione, una visita preparatoria e due scambi giovanili estivi. 

Scopri di più sul FR.O.M. e scarica la Descrizione del Progetto

Training course

Il corso di formazione si è tenuto dall’11 al 16 Gennaio 2019 ed ha coinvolto 30 giovani attivisti e operatori giovanili provenienti da Italia, Romania, Malta, Francia, Grecia, Finalndia e Macedonia (FYROM). La formazione si è svolta nella pittoresca cornice del parco naturale UNESCO del Monte Peglia, presso la Casa Laboratorio Il Cerquosino di Morrano, Orvieto (TR). I partecipanti hanno avuto modo di sperimentare, durante i 6 giorni di formazione, diverse attività basate sulla metodologia dell’ educazione non formale per sensibilizzare ( e sensibilizzarsi) sulla situazione corrente in Europa riguardo ciò che comprende la libertà di movimento, e le violazioni a questa. È stato possibile condividere le buone pratiche e le esperienze pilota delle diverse associazioni e Paesi coinvolti in materia di anti-razzismo e promozione dei diritti umani, nonché condividere le metodologie utilizzate nel lavoro quotidiano degli operatori giovanili nei loro contesti locali. 

Partendo da questa base, è stato possibile sviluppare nuovi strumenti e metodologie per trattare i temi del corso di formazione, grazie allasessione finale chiamata Training in Action. Durante il Training in Action, i partecipanti hanno preso il ruolo di facilitatori ed hanno proposto agli altri colleghi presenti alla formazione quattro attività sul tema della libertà di movimento. Molti sono stati i momenti di svago durante la settimana di formazione, e ciò ha facilitato la formazione di un gruppo più coeso e aperto.  

Alla fine del training course, i partecipanti sono tornati a casa con più fiducia nelle proprie abilità di facilitatori, portando con sé un nuovo bagaglio di strumenti e metodologie da utilizzare per svolgere azioni di sensibilizzazione locali. 8 di loro prenderanno parte agli step successivi del progetto con il ruolo di Group Leader negli scambi giovanili, avviando un processo di condivisione delle conosceze con altri giovani dalle proprie organizzazioni. 

A marzo si terrà la visita preparatoria, propedeutica ai due scambi giovanili di quest’estate. Gli 8 partecipanti del training che prenderanno parte alle ultime tre azioni gestiranno le diverse attività degli scambi, si occuperanno del proprio gruppo nazionale e faciliteranno le dinamiche dell’ intero gruppo. 

Continua a seguirci!

Scopri come partecipare agli scambi giovanili!