Giovani in Movimento

Attraverso lo specchio…un ponte per l’inclusione sociale!

28/09/2013

marta 3

Si è conclusa poche settimane fa l’esperienza di scambio di youth workers tra Lunaria e Cocat, la nostra “sorella” catalana.  Che cosa abbiamo combinato?

Grazie al co-finanziamento del programma Gioventù in Azione,  il progetto “THROUGH THE LOOKING GLASS Youth Workers’ Mobility for Active Citizenship and Social Inclusion” ci ha permesso di ospitare Elisenda a Roma, per lavorare sui progetti di animazione giovanile e al progetto antirazzista di Lunaria. Elis aveva fatto lo SVE nel 2007 con noi e ora è una “youth worker”, ovvero una persona che si impegna in iniziative e progetti di animazione sociale e di rafforzamento delle competenze trasversali dei giovani. Invece Marta – nostra volontaria da tanti anni – è stata 6 mesi a Barcellona per lavorare con Cocat, supportando lo staff e i volontari nelle diverse attività di orientamento e di educazione non formale.  Grazie al progetto abbiamo potuto scambiare idee, pratiche e rafforzare la cooperazione nelle politiche di inclusione sociale: i campi di volontariato e gli scambi interculturali, infatti, dovrebberYiAo essere opportunità aperte a tutti!

Elis durante coordina una sessione del training

Elis durante  una sessione del training “Tales for a Fair Europe”.

Marta durante un training per partenza per volontari internazionali

Marta durante un training per partenza per volontari internazionali

Marta lavora ad una iniziativa pubblica sulla sostenibilità ambientale.

Marta lavora ad una iniziativa pubblica sulla sostenibilità ambientale.

Elisenda coordina una sessione del training.

Elisenda coordina uno scambio giovanile.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone